Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (19) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1968 (11) 1977 (11) 1983 (11) 1988 (11) 1985 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 2016 (7) 1964 (6) 1991 (6) 2000 (6) 1957 (5) 1961 (5) 1970 (5) 1996 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1959 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2004 (1) 2006 (1) 2017 (1)

martedì 8 febbraio 2011

Kriminal 360-Qualcuno ha tradito-31 maggio 1972 ****


Il primo dei numeri "rossi".
Gli albi furono chiamati cosi perchè l'illustrazione di copertina, adesso di Magnus ,veniva incorniciata di rosso.
Numero chiave perchè termina l'era delle copertine meravigliose di Luigi Corteggi.
A mio avviso , pur amando Magnus, un passo indietro dal punto di vista qualitativo.
La storia invece è un piccolo capolavoro , con delle splendide tavole di Giovanni Romanini , il migliore "clone" di Magnus.
L'avventura narra di un rapina mal riuscita di Kriminal e Lola , perchè traditi ed intrappolati in una retata dell'ispettore Milton.
L'umanità di Tony Logan si evidenzia nelle sue sconfitte, una lacrima scorre sul suo viso durante la ricerca della dispersa e ferita Lola e per il sospetto sul fedele Shan-Ton .
Max Bunker è in stato di grazia e non tira via una storia di routine, approfondendo e delineando le differenze tra la sua creatura teschiata e l'algido Diabolik.


Essendo un numero chiave , l'albo in condizioni edicola arriva anche a 35 €

Avvincente e consigliatissimo****

3 commenti:

  1. Ricordo anch'io il passaggio dalle copertine di Corteggi alla tavola 'fumetto' inserita nella copertina rossa...e anche per me fu un piccolo choc !
    Quelle tempere avevano un sapore antico, ed è stato il fascino che esercitavano su di me - oltre al casuale ritrovamento di un numero che qualcuno aveva lasciato su una panchina :) - a farmi scoprire Kriminal. Ogni volta che ripenso a copertine quali quelle che illustravano Una fredda giornata di nebbia, o Un custode incorruttibile o 7 giorni per non morire mi tornano in mente le atmosfere perdute per sempre di quei pomeriggi autunnali carichi di umidità, in cui 'divoravo' le avventure di Tony Logan...
    E quando si passò ai 'rossi' ebbi la netta sensazione che qualcosa fosse sfumato, che un periodo della mia vita fosse finito.

    RispondiElimina
  2. Penso che il fascino collezionistico per i fumetti neri sia composto per il 90% dalla bellezza di alcune copertine.

    RispondiElimina
  3. Ne sono convinto anch'io, Salvatore...senza nulla togliere, ovviamente, alla splendida saga di Kriminal.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...