Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (19) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1968 (11) 1977 (11) 1983 (11) 1988 (11) 1985 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 2016 (7) 1964 (6) 1991 (6) 2000 (6) 1957 (5) 1961 (5) 1970 (5) 1996 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1959 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2004 (1) 2006 (1) 2017 (1)

venerdì 8 giugno 2012

Le Ninja Turtles disegnate da Stelio Fenzo-(da il Giornalino N.20 del 18 maggio 1994)

Stelio Fenzo è giustamente adorato come uno dei più grandi autori del fumetto erotico italiano e non solo , ha collaborato con la Fleetway inglese e ha disegnato  quello splendide  serie che erano Koko Kiwi (prima o poi recensite su vostri monitor) . Nei fumetti avventurosi il suo tratto mi ricordava Hugo Pratt , cosa normale visto che faceva parte del gruppo Asse di Picche con il papà di Corto Maltese, Alberto Ongaro e Mario Faustinelli. Un immensa produzione per la Edifumetto di Renzo Barbieri ci ha regalato la sua arte sensuale. Negli anno 90 si converte e collabora con le edizioni San Paolo deliziandoci con queste sua versione delle tartarugone americane.


No...non è la Poliziotta


meglio delle originali


8 commenti:

  1. Non hai tutti i torti: sono meglio delle originali, che per "filosofia" o semplice inesperienza erano disegnate con un tratto sporco e incerto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puro Underground che ha portato un fracco di soldi all'autore, benedetti anni 90 , quando la crisi era lontana....

      Elimina
  2. sai mica cos'ha disegnato di preciso per la Fleetway?

    in ogni caso gran disegnatore, ho comprato Il Giornalino per quasi tutti gli anni novanta e ricordo che i suoi disegni "michelangioleschi" mi colpivano particolarmente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sinceramente no, ma in flletway molti disegnatori italiani disegnavano robe di guerra. Il giornalino negli anni 90 (anche prima) maveva la crema dei disegnatori italiani ( i soldi della Chiesa...). Una delle riviste contenitore per bambini (e non solo) ingiustamente meno considerata.

      Elimina
    2. è vero, non se ne parla abbastanza de Il Giornalino anche secondo me, negli anni novanta aveva tutti gli autori più bravi sul mercato italiano, mi considero fortunato ad averlo avuto come lettura fissa durante gli anni novanta...
      nell'ultimo decennio l'ho comprato molto saltuariamente ma ho notato un discreto declino, soprattutto negli ultimissimi anni; l'ultima copia l'ho comprata intorno a Natale e mi sembra sia diventato abbastanza una bimbominchiata, tra l'altro più filopretame di quanto non lo fosse una volta

      Elimina
    3. dovrebbero assumere Garth Ennis...

      Elimina
  3. La collaborazione di Fenzo con Il Giornalino inizia ben prima degli anni '90. "Simba", per dire, è del 1978.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, ricordavo Simba ma non la testata dove era pubblicato.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...