Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (18) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1977 (11) 1983 (11) 1968 (10) 1985 (10) 1988 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 1964 (6) 1991 (6) 2000 (6) 2016 (6) 1970 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1957 (4) 1959 (4) 1961 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1996 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2004 (1) 2006 (1)

giovedì 24 gennaio 2013

Basta Geppo su Retronika

Copio ed incollo l'intervento di Tiziano Radice togliendo di mia volontà la pubblicità ad ebook ed altri eventuali riferimenti:

.

Buongiorno a tutti gli Amici di Geppo, insieme a Pier Luigi Sangalli e sua figlia Elisabetta, sto trasformando in versione digitale per la stampa cartacea e per gli eBook, le più belle storie di Geppo pubblicate dagli anni '60 fino agli anni '90.

Il costo, come avete giustamente rilevato non è banale ma per amor di verità occorrerebbe anche analizzare questi punti:

- quanto dovrebbe essere il costo "giusto" di una versione restaurata e di una stampa digitale a colori (con qualità fotografica) di un fumetto dove hanno lavorato tre persone per mesi e autonomamente senza grandi editori di supporto, contando tutte le spese e tutte le tasse applicate?

- ho provveduto a pubblicare la versione eBook su Amazon ed il prezzo è stato ridotto a 5,14€ di cui la maggior parte verrà trattenuta da Amazon+tasse

- vorrei certamente applicare un prezzo accolto favorevolmente dai lettori, ma attualmente purtroppo non è possibile soprattutto per la versione su carta, se conoscete una tipografia in grado di stampare un albo a colori di 57 pagine per 1€ fatemelo gentilmente sapere!

Esiste una possibilità reale di concordare un prezzo con i lettori, se un certo numero di lettori, ad esempio 1000, si abbonano per un anno, allora è possibile stabilire un prezzo equo che tiene conto della quantità.

Poi è molto differente il costo di una stampa a colori rispetto a quella in bianco e nero ed occorre tener presente anche di questo parametro.

Sto preparando le versioni elettroniche per i differenti formati dei vari lettori e tablet, potete leggere gli eBook di Geppo su PC, MAC, iPad, Kindle, Android, tablet, eccetera, sia in bianco e nero sia a colori. I formati pubblicati ed in lavorazione sono i seguenti: 600x800; 768x1024; 824x1200; 600x1024; 800x1280; 1200x1920

Questo progetto sta comportando un impegno grandissimo ed onerosissimo, speriamo veramente che i nostri sforzi siano premiati dall'affetto dei lettori.

Siamo disponibili a prendere in considerazione tutti i consigli dei nostri lettori per migliorare la qualità del prodotto e certamente per rendere più economica la versione cartacea ed elettronica.

Ringrazio Enrico Palestini per la bellissima recensione al nostro primo libro di Geppo:



Una avvertenza per il curatore del sito: tutte le immagini del libro di Geppo sono protette da copyright, certamente sarò lieto talvolta di rendere disponibili e far pubblicare alcune immagini ma per favore gradirei essere contattato per la necessaria autorizzazione. I diritti di immagine di Geppo attualmente sono vincolati da un contratto sia con Sangalli sia con Paolo Carpi che è il figlio di uno degli autori del personaggio (insieme a Chierchini, ed altri che verranno definiti entro quest'anno)

Grazie ed un abbraccio a tutti.


Letto questo  e prima di avere la risposta per e-mail decido di cancellare ogni riferimento a Geppo da questo Blog

34 commenti:

  1. Non si può utilizzare un'immagine a scopo di lucro ma utilizzarla a scopo informativo/divulgativo credo si possa fare. Specialmente in un blog letto da appassionati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io nel dubbio ho cancellato tutto, ci sono milioni di fumetti dimenticati che avranno il giusto spazio, mi spiace ma da appassionato ho rispettato le "lamentele" dei dententori di diritti, mi avrebbe fatto piacere discutere con Sangalli, alla fine era tutta pubblicità gratuita. Mi è dispiaciuto moltissimo cancellare le storie di Sandro Dossi, ma mi rifarò recensendo i vari Chico, Tom & Jerry, Felix e compagnia bella.

      Elimina
    2. E soprattutto braccio di ferro su cui nel 2009 sono decaduti i diritti d'autore per europa (ma il nome popeye è marchio registrato perciò le storie in cui è chiamato con il nome originale sono come prima).
      Comunque a onor di cronaca la legge italiana consente la pubblicazione di un certo numero di pagine a scopo di recensione, quindi le recensioni con una tavola due per storia bene, storie complete non le puoi usare.

      Elimina
    3. Radice però parla di "tutte le immagini del libro di Geppo", cioè del suo... è un peccato togliere tutto...

      Elimina
    4. @Anonimo (scegliti un nick qualsiasi...per favore) Le uniche storie complete erano quelle di Dossi (ed avevo ricevuto l'autorizzazione), @Chico io nel dubbio ho tolto tutto non si sa mai

      Elimina
    5. E' vero... parlava del libro... Cmq il blog è tuo... Ma non arrenderti così... ;-)

      Elimina
    6. Ormai si è creato "il precedente"... :(
      E del resto inviare una mail del genere senza una parola di ringraziamento al nostro mantenere vivo il ricordo dei vecchi fumetti (cosa che gioverà pure a Radice, mi gioco il posto di lavoro!), non poteva scatenare una reazione differente.

      In ogni caso la Costituzione ci da ragione: la Repubblica italiana promuove lo sviluppo della cultura.

      Elimina
  2. Prendo visione della scelta, il blog è tuo, Salvatore...
    Tuttavia non la condivido affatto, come non condivido quando i contributi di noi visitatori vengono spazzati via, disincentivandoci a ulteriori partecipazioni. Leggo amarezza nel tuo gesto, ma comprenderai anche il mio scoraggiamento dal proporre nuovo materiale, perché oggi Geppo, domani chissà...

    Tra l'altro, nella mia ignoranza, mi chiedo come mai tra i detentori dei diritti su Geppo non sia citato Sandro Dossi, che ha SEMPRE autorizzato la pubblicazione delle scansioni, oltre a essere l'autore più prolifico per le storie di Geppo!

    La cosa non mi piace, perché i soldi vengono a comandare dove "comandava" solamente una passione comune, e perché se qualcuno guadagnerà qualcosa da una ristampa di Geppo o di altri fumetti del passato, sarà anche merito della passione incondizionata nostra e di altre comunità Internet, che ci ha portati a dedicare tempo nella condivisione, senza alcun lucro, dei ricordi che ci accomunano, facendoci riunire e sorridere innanzi a una storia che riaffiora nella nostra mente...

    Ovviamente non spenderò un centesimo per questa ristampa digitale di Geppo, il boicottaggio mi pare il minimo per ricambiare questo trattarci come spacciatori di fotocopie...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono daccordissimo con te, chissà cosa ne pensa Sangalli (che da questo momento su questo Blog...vi avverto diventa tabù)che sono sicuro avrebbe posto la cosa in maniera meno giuridica (non credo per fortuna abbiano i diritti di Popeye se nò devo cancellare mezzo Blog). Tenendo conto che non ho nessun fine di lucro e ci sono miliardi di fumetti in soffitta con tantissimo materiale bianconi di Dossi, Colantuoni , Motta e tutti gli Alpe, a cui devo dedicare più tempo ma che recensisco meno perchè hanno autori "volanti" che non riesco ad individuare oltre ai grandi Rebuffi, Manfrin e compagnia paradisiaca e le cose o le faccio nerdicamente bene o non le faccio. Adesso posto la tua chiarificatrice e perfetta risposta sul gruppo di Alex Principato su Facebook perchè merita. Sappi che sono triste.

      Elimina
    2. E comunque per quanto riguarda i post dei lettori , quelli inerenti Geppo erano un pochissimi, un paio di recensioni mie (con materiale tutto di Dossi) ed il cross over con Braccio disegnato sempre da Sandro Dossi

      Elimina
  3. Non ho parole... come se uno con i post si costruisce le ville al mare.
    Sta diventando veramente difficile stare su internet...
    Salvatore continua con il tuo lavoro, le immagini sono importanti: ma anche i contenuti.
    E questo blog ne ha molti!

    RispondiElimina
  4. quale impegno onerosissimo? digitalizzare? sono d'accordo che cancellare i post sia stata una scelta affrettata e deludente per i lettori....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho paura di qualunque cosa parli di diritti e dal blog non guadagno nulla. La mia è stata una reazione ammetto piccata, Sandro Dossi su Facebook giustamente scrive che è titolare e detendente dei diritti sulle sue tavole Geppiane, ma io sono un pò impaurito dall'atteggiamento copyrightesco del Radice e per questo ho degeppizzato, il danno d'immagine nella comunità non è stato poco , Retronika ormai viaggia su più di 400 e più visitatori al giorno (cosa che mai avrei immaginato) e penso che la pubblicità che abbiamo fatto alla Bianconi (non era mia intenzione iniziale che il blog diventasse prevalentemente Metroniano ma tant'è che Voi avete fatto virare il blog dove volevate con mio grande piacere) abbia accresciuto sia il valore dei singoli albi che prima su ebay ti scagliavano addosso ed adesso hanno fior fior di offerte sia le possibilità di esperimenti come l'ebook di Geppo a prezzi che il signor Radice ha suggerito Grifagno Sparagno o Paperon de Paperoni. Mi aspettavo "Prima" almeno un grazie poi le specificazioni che avrebbero dovuto riguardare il futuro dei post sul blog. Disgraziatamente nonostante viva per lavoro da 12 anni a Bergamo il mio sangue siculo è ancora imbevuto d'onore. Ricordo anche io la fine che fece fare Luciano Secchi al forum di Alan Ford ...il rischio non credo lo corra Retronika, visto che materiale da recensire in soffitta e spero nella tua libreria c'è n'è ancora parecchio.
      Ciao!

      Elimina
    2. Il geppo che è nel mio cuore è quello di Sandro Dossi, le storie più belle, quelle con più livelli di lettura, quelle con i personaggi più delineati e vivi, quelle dove sandro dossi ha riversato il meglio della sua capacità di sceneggiatore. Io ho non ho parole ma ho paura di chi impugna "copiryght d'immagine" e scrivo soltanto per passione , l'impegno che ho messo nel promuovere l'operato degli artisti Bianconi è stato un atto di vero amore senza nessun tornaconto. Credo che se gli albi di braccio di ferro abbiano aumentato le loro quotazioni, se quelli di geppo diventano introvabili sia dovuto molto al lavoro di recensione e ricerca di noi appassionati. L'elogiare il passato serve come pubblicità al presente e non va in concorrenza. Ho avuto per fortuna tanti attestati di stima che mi hanno emozionato e continuo a rencensire quello che leggo perchè mi piace e per fortuna piace a quasi 500 persone al giorno che visitano il mio baule di ricordi di carta. Sigh!

      Elimina
  5. Concordo con te Salvatore: cancella anche la più remota possibilità di avere guai, ci mancherebbe ancora che per pura passione, e dopo aver fatto "pubblicità gratuita" (in realtà si chiama "passione", ma forse in certi luoghi è un concetto poco conosciuto...) tu dovessi avere anche qualche disagio per il tuo splendido lavoro (che è GRATUITO, tra l'altro!).
    Hai ragione Salvatore: esistono migliaia di altri fumetti, albi, personaggi di cui parlare e siamo tutti certi che continuerai a farlo egregiamente :-)
    Io seguirò sempre Retronika perché è un Blog pieno di amore e passione... e perché mi ci diverto tantissimo!
    Grazie Salvatore, massimo rispetto e solidarietà!
    Orlando Furioso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per la solidarietà Orlando, stasera post nuovo su Felix di Dossi e Sbattella

      Elimina
  6. Buongiorno a tutti,
    mi dispiace che siano nate tutta una serie di incomprensioni sulla mia comunicazione che è stata fatta esclusivamente per ottemperare ad un contratto che ho dovuto sottoscrivere per poter ripubblicare le storie di Pier Luigi Sangalli.

    Vorrei dire a Salvatore che non si può riportare solo una parte della storia, per correttezza occorre riportare tutti i fatti pertanto ora pazientemente risponderò a tutti i lettori con la speranza che possa essere realmente compreso tutto nella sua realtà.

    Dopo la mia prima comunicazione Salvatore ha cancellato tutto e in realtà nessuno l'ha chiesto, cioè dato che la pubblicazione era già avvenuta il problema non si poneva per questa volta ma per eventuali pubblicazioni successive di pagine oltre alla copertina, il sommario e la prima pagina.

    La mia seconda comunicazione a Salvatore è stata la seguente:

    "Buongiorno Sig. Giordano,

    La ringrazio per la cortese comunicazione, può pubblicare la copertina, il sommario e la prima pagina dell'albo con queste indicazioni: Copyright Personaggio Geppo - Tutti i diritti riservati ai legittimi titolari - Editore Tecnologia a Regola d'Arte - www.tiziano.radice.name

    Le invio anche le pagine dell'intervista a Pier Luigi Sangalli che possono far piacere ai suoi lettori.

    (riferimento alla paternità della copertina disegnata da Pier Luigi Sangalli)

    Se le fa piacere, periodicamente le invierò qualche immagine che potrà pubblicare nel suo sito a beneficio di tutti gli Amici di Geppo.

    La ringrazio per la cortesia e sollecitudine e La saluto cordialmente."

    DA PARTE MIA E DELLA FAMIGLIA SANGALLI C'E' LA MASSIMA DISPONIBILITA' A PUBBLICARE SU RETRONIKA PARTE DEL MATERIALE, L'UNICA AVVERTENZA E' CHE NON SI PUO' PUBBLICARE A PIACERE TUTTO QUANTO E' VINCOLATO DA COPYRIGHT SENZA AUTORIZZAZIONE, SENNO' IL COPYRIGHT NON AVREBBE SENSO.

    Salvatore desidera parlarne con Sangalli per questo chiederò oggi stesso a Pier Luigi di scrivere una lettera a tutti per farvi comprendere che da parte nostra c'è solo buona volontà e molto lavoro per far rinascere il personaggio di Geppo con i media che l'attuale tecnologia ci offre.

    E' giusto e doveroso che risponda ai lettori perché Salvatore purtroppo mi ha assegnato una parte che non corrisponde nè al mio carattere né al mio comportamento umano e professionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao tiziano sono gerardo ,ti ricordi di me? innanzi tutto vorrei sapere come venire in possesso delle versioni cartacee del nuovo geppo e se ci sarranno ulteriori novità...salutami il grande sangalli e pure dossi selo senti o vedi....

      Elimina
  7. Rispondo a Fabrizio Mazzotta: si può utilizzare l'immagine a scopo divulgativo e informativo l'importante è che siano una immagine o una percentuale di immagini limitate rispetto al totale.

    Rispondo a Anonimo ore 12:52 E' assolutamente vero, anche nel caso di recensione un paio di tavole fanno parte della ragionevolezza.

    Rispondo a Chico: tutte le immagini hanno il copyright come ho dovuto riportare in una barra sotto ogni immagine e come mi è stato richiesto dallo studio della Avv. Raffaella Pellegrino legale di Paolo Carpi che è il figlio di uno degli autori di Geppo.
    Esiste nella vita e nella legge una certa elasticità data dal buon senso, per questo motivo ho detto a Salvatore che avrebbe potuto utilizzare la copertina, il sommario e la prima pagina come del resto aveva già fatto senza chiedere nulla.
    Gli ho pure offerto la possibilità di inviargli le medesime tavole per le pubblicazioni successive. Penso che da parte mia abbia dimostrato la massima disponibilità tenendo conto anche dei miei vincoli contrattuali.

    Rispondo a Salvatore per Dossi: ho parlato ieri sera con Sandro Dossi e a discrezione di Dossi puoi pubblicare tutto quanto lui desidera, in tal caso è Dossi che si assume la responsabilità e per quanto mi riguarda non ho alcuna obiezione. Potrebbe avere qualche obiezione Carpi e il suo studio legale ma Sandro è assolutamente libero di fare ciò che vuole assumendosi le sue responsabilità!

    Rispondo a P. Alexis: scusa ma qui non siamo in battaglia dove c'è il cattivo contro Salvatore e Salvatore non deve arrendersi, io e Salvatore siamo dalla stessa parte perché semplicemente insieme a Pier Luigi e sua figlia Elisabetta stiamo restaurando tutto il materiale e desideriamo renderlo disponibile a tutti tramite PC, tablet, eccetera, e Salvatore informa le persone tramite il suo blog di tutto ciò che riguarda i fumetti. Ripeto MASSIMA DISPONIBILITA' MIA E DI PIER LUIGI OTTEMPERANDO AGLI OBBLIGHI DI LEGGE.

    Rispondo a Gas 75: i contributi dei lettori non devono essere spazzati via per questo motivo nessuno ha chiesto a Salvatore di cancellare immagini e commenti. La parola di ringraziamento è stata detta nella prima comunicazione, dove ho ringraziato tutti gli Amici di Geppo. Dossi non è citato tra i detentori dei diritti perché secondo Paolo Carpi i diritti sono di suo padre esclusivamente, per questo motivo è inserita nel contratto una clausola dove dovrà essere stabilità la paternità di Geppo con una riunione dalla quale verrà scritto un documento che sarà pubblicato ufficialmente in uno dei numeri di Geppo dedicato alla sua storia.

    Probabimente ci sarà una trasmissione su Canale 5 dedicata proprio alla questione della paternità di Geppo.
    Sul TG1 del 5 gennaio è stato dedicato un servizio sulla rinascita di Geppo, come vedete i media sono sensibili quanto noi per quanto riguarda questo Personaggio.

    Sono sempre disponibile a rispondere alle domande dei lettori, potete scrivermi a artebellezzainfinito@gmail.com

    e sono sempre disponibile a collaborare per migliorare la qualità del prodotto cartaceo ed elettronico.

    Spero di aver chiarito tutto, buona giornata a tutti.

    Tiziano Radice












    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa Tiziano Radice, mi sono espresso male. Ho detto "arrenderti" come sinonimo di "lasciarti andare". La frase esatta sarebbe: "Salvatore, non lasciarti andare". Non penso che tu sia cattivo, anzi! Ne approfitto anche per ringraziare Sangalli per tutto quello che fatto.E' un disegnatore che adoro e avrei voluto leggere ancora tante storie di Braccio di Ferro fatte da lui.

      Elimina
  8. Grazie Tiziano per l'intervento, io ho semplicemente interpretato in maniera letterale il commento precedentemente postato, il "diritto d'immagine" comprende un campo grafico molto più vasto del semplice ebook che voi avete pubblicato che noto a dei prezzi ragionevoli sullo store di Amazon (tra parentesi la versione in bianco e nero è secondo me più fedele e appetibile da parte dei fans perchè ricorda le pubblicazioni originale che al massimo erano in quadricomia e non ho mai digerito bene la colorazione al computer fatta nell'ultimo periodo bianconiano che rende il tutto troppo copio-disney). Qui si è grandissimi ammiratori dell'operato di Sangalli con cui purtroppo non ho mai avuto nessun contatto al contrario del disponibilissimo Sandro Dossi. L'errore di fondo è quello di confondere pubblicità gratuita ed appassionata ad un prodotto classico che ormai era fuori commercio con la speranza che qualcuno decidesse di recuperare un personaggio come Geppo o Abelarda o Chico o Tiramolla o qualsiasi altro personaggio del panorama umoristico del fumetto italiano con speculazioni d'immagine tendenti soltanto ad avere visibilità o cos'altro. L'intervento iniziale è chiaro, voi indicate come vostri i diritti di Geppo ed io ne sono ben felice, magari tornasse in edicola o in libreria ed io da rispettoso lettore ad appassionato ho eliminato i riferimenti perchè dovete essere voi a pubblicizzare e a rendere noto al grande pubblico un ritorno così gradito. Io non ho nessun diritto di postare riferimenti a qualcosa che non mi appartiene, questo è il blog di Salvatore Giordano e non di Sandro Dossi e non mi prenderei mai la responsabilità di pubblicare materiale che un giorno potrebbe essere considerato come non rispettoso dei Copyright. La produzione di Sandro è vasta , forse più di quella di Pierluigi Sangalli che ci ha donato il più amato dei Braccio di Ferro dopo quello di Segar e Sagendorf, si può parlare e scrivere di Dossi per anni senza che Geppo venga tirato in ballo. Visto che gli unici, dal punto di vista legale, che hanno il diritto di utilizzare l'immagine di Geppo siete voi, bè buon lavoro ed auguri, a me dispiace soltanto non poter recensire le decine e decine di albi del Buon Diavolo Bianconi che ho in soffitta perchè non sarei nemmeno autorizzato ad inserire l'immagine di copertina. Vorrei che il blog rimanesse in vita senza particolari problemi e non ritrovarmi in seguito a cancellare interventi che mi costano tempo e fatica relativa solo perchè un illustrazione non è autorizzata. Il primo riferimento relativo all'ebook di Geppo-Sangalli dopo quello degli store era il blog retronika, ditemi se questa non era bonaria propaganda che accresceva visibilità e conoscenza. Ossequi e di nuovo grazie.

    RispondiElimina
  9. e comunque in riferimento alla seconda mail , in quanto appassionato mi rifiuto di parlare di Geppo soltanto con scopi puramente pubblicitari, visto che non ho letto l'e-book e probabilmente mai lo farò, non perchè poco interessato ma perchè ho a disposizione la versione cartacea bianconi di molte delle storie da voi pubblicate e penso che sia mia facoltà scegliere o no di postare riferimenti mirati o indirizzati alla promozione di una pubblicazione. Sono un lettore libero di discutere o no di un determinato argomento se mi è possibile, se non mi è possibile scrivo d'altro

    RispondiElimina
  10. Gentile Salvatore,
    vorrei rassicurarti per far comprendere a tutti come è nata l'iniziativa, come si sta sviluppando e come potrebbe proseguire con la buona volontà di tutti, inoltre come Retronika può certamente avere un beneficio senza alcun timore per l'ottemperanza alle normative di legge.

    - un pomeriggio nel salotto di Pier Luigi ho raccolto questa sua lodevolissima idea: " caro Tiziano potremmo pubblicare in formato eBook i miei fumetti?"

    - la proposta è nata in base alla mia esperienza precedente di pubblicazione dei miei libri fotografici e diari di viaggio nei vari continenti, così ho accettato con entusiasmo perché i rapporti con Pier Luigi sono sempre stati improntati al rispetto e profonda stima per una persona che ritengo uno dei Maestri del Fumetto in Italia e nel mondo.

    - ero conscio fin dall'inizio che non avrei potuto pubblicare spensieratamente i fumetti senza premurarmi di conoscere tutti gli aspetti legali e di diritto relativi a questa pubblicazione.

    - per una stranissima combinazione del destino ho consultato lo stesso studio legale (e non lo sapevo) di uno degli eredi di Gian Battista Carpi anche lui autore di Geppo, così ho scoperto che dopo 50 anni ancora nessuno è riuscito a stabilire con certezza la paternità o per meglio dire la multi-paternità di questo Personaggio, vi dico solo alcuni partecipanti: Bianconi, Bottaro, Mazzanti, Chierchini, GB Carpi, Pier Luigi Sangalli, Sandro Dossi, Alberico Motta e molti altri !!!

    - per amore di verità, scrupolosità, precisione, professionalità mi sono assunto questo impegno con tutti: ricostruire la cronologia esatta e la storia completa di Geppo, mettere a conoscenza tutti i partecipanti e far sottoscrivere a tutti i viventi ed eredi un documento finale sotto la supervisione della gentile avvocatessa Raffaella Pellegrino; questo documento finale esattamente com'è punti e virgole comprese, sarà pubblicato insieme alle prime storie di Geppo con un numero speciale dedicato alla nascita e storia di Geppo.

    - per ora la pubblicazione avviene con un accordo temporaneo della durata di due anni per il quale abbiamo trovato un compromesso tale da consentire la pubblicazione fino a quando avremo chiarito tutto nel modo migliore e con soddisfazione di tutti.

    Viste le premesse se tu Salvatore titolare di Retronika desideri pubblicare le recensioni di qualsiasi storia di Geppo, disegnata da Sangalli, Dossi o altri, corredandola di una o due immagini, puoi farlo tranquillamente e ti confermo qui di fronte a tutti i lettori che non sussistono problemi legali. L'unica avvertenza che non costa nulla è quella di scrivere una riga sotto le immagini con quanto concordato con l'Avvocatessa Raffaella Pellegrino ovvero "Copyright Personaggio Geppo - Tutti i diritti riservati ai legittimi titolari"

    Spero di aver fornito tutti gli elementi necessari per dare la maggior chiarezza e informazione possibile.

    In ogni caso sono sempre disponibile a rispondere a ciascun lettore per chiarire ogni dubbio e ogni aspetto, non abbiamo segreti!

    Buona giornata a tutti e grazie per l'attenzione.

    Tiziano Radice
    artebellezzainfinito@gmail.com
    www.tiziano.radice.name

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok se un giorno dovessi occuparmi di nuovo di Geppo utilizzerò la dicitura sulle immagini.

      Elimina
    2. Piuttosto scrivilo direttamente sotto al logo del blog, assieme a Recensione di vecchi fumetti e altre vintagerie, così stanno sistemati anche gli articoli precedenti! ;)

      Per il resto, vorrei dire che sono a conoscenza della diatriba sulla paternità di Geppo, come immagino anche gran parte degli appassionati di questo genere di fumetti... Ma proprio per questo la richiesta di citare un copyright nonché il sito Web di Tiziano Radice (nel quale tra l'altro non è acquistabile l'ebook!) subito dopo, è stato qualcosa di abbastanza sconvolgente, che nella semplicità con cui sfoglio questo blog, ho inteso come "Visto che noi stiamo riportando in auge Geppo, nessun altro lo tocchi, se non stando alle nostre richieste".

      Tra l'altro non era chiaro che le storie ristampate in digitale sono solamente quelle di Sangalli (Sta scritto "le più belle storie di Geppo pubblicate dagli anni '60 fino agli anni '90.", - Sangalli e figlia sembrano più consulenti del progetto - e dal 1968 le storie sono quasi tutte di Dossi!), quindi la cancellazione dal blog degli articoli su Geppo, con disegni sempre o quasi (vado a memoria) di Dossi, è stata preventiva per la salvaguardia del blog da eventuali accuse di violazione di copyright, che in vari casi di cui sono a conoscenza, hanno comportato la cancellazione di interi siti e forum senza alcun preavviso.

      Elimina
    3. Infatti, nella confusione non vorrei che sparissero totalmente i diritti di Dossi, perchè da quel che intendo l'unico che ha i diritti è il figlio di Carpi che sta condividendo con alcuni il progetto. Ho cambiato l'intestazione del blog come da tuo consiglio. Grazie!

      Elimina
    4. Rispondo a gas75:
      la richiesta di citare il copyright non me la sono inventata ma ho dovuto sottoscriverla su un contratto datato 21 dicembre 2012 e redatto insieme al Sig. Paolo Carpi e la sua legale avvocatessa Raffaella Pellegrino.
      Il mio sito web è riportato sulla stessa riga del copyright perché in qualche modo deve risultare identificabile l'editore al quale far riferimento. Nel sito non è acquistabile l'ebook per il semplice fatto che la mia attività principale non è quella relativa alle edizioni di Geppo.
      Purtroppo la frase "Visto che noi stiamo riportando..." non è felice né reale, tutti possono toccare Geppo se hanno voglia, tempo, soldi da spendere a fondo perso, pazienza e calma per fronteggiare tante malevolenze; e non siamo neppure una banda di mafiosi che dicono come riporti ironicamente "nessun altro lo tocchi se non stando alle nostre richieste".
      Il motivo del periodo '60 - '90 è per semplificare il fatto che Sangalli ha disegnato e sceneggiato le storie dal 1961 al 1968, successivamente ha disegnato le copertine, poi alla fine degli anni '90 ha disegnato le storie per il Nuovo Geppo.
      La congettura "Sangalli e figlia sembrano più consulenti" è fuori luogo per questo motivo: l'idea è nata da Pier Luigi, io sono il fidanzato di Elisabetta ed è stata chiesta la mia attività di preparazione degli ebook dato che ho già pubblicato miei libri che non c'entrano nulla con i fumetti (Arte e Bellezza verso l'Infinito e Tao Te Ching Arte e Bellezza)
      Nessuno ha chiesto di cancellare neppure una virgola di questo blog, ho informato semplicemente il titolare della esistenza di questa richiesta da parte dello studio legale di Carpi.
      Per informazione a gas75, non solo non chiederei mai per nessun motivo la censura di quanto pubblicato ma proprio per ribellarmi a tutte le forme di censura nel 1980 ero giornalista e ho terminato spontaneamente la mia attività di pubblicazione degli articoli su un settimanale che avevo contribuito a fondare perché un esponente politico si era permesso di censurarmi un articolo.
      Se sei a conoscenza della diatriba sulla paternità di Geppo, dato che sarà discussa prossimamente in un programma televisivo, se ti fa piacere ti invito così potrai portare i fatti "reali" di cui sei a conoscenza.
      Il mio desiderio, come riportato anche sul contratto sottoscritto con Carpi è quello di determinare con esattezza e con la conferma di tutti gli attori la cronologia esatta, la paternità e l'elenco di tutti i detentori dei diritti di Geppo.

      Posso cessare in qualsiasi momento la pubblicazione di Geppo se la situazione risulterà tale da togliermi quella serenità e positività che ritengo essenziale per la mia vita.

      Poi aggiungo un'ultima constatazione che ritengo essenziale: il valore della vita di una persona è infinito, pertanto anche i singoli attimi che compongono la vita di una persona hanno un valore infinito, ogni nostro secondo di vita deve essere impiegato in modo assolutamente positivo e costruttivo per noi, per gli altri e per l'ambiente in cui viviamo.

      Ho dedicato a questo blog già qualche ora della mia vita e spero vivamente che sia stato utile ai lettori per comprendere che in questa situazione non c'è malafede ma solo desiderio di chiarezza.

      Inoltre caro gas75 penso che le tue congetture otterrebbero una risposta molto più veloce se ponessi le domande direttamente a me, Elisabetta o Pier Luigi.

      Puoi scrivermi quando vuoi a artebellezzainfinito@gmail.com

      Cordiali saluti
      Tiziano Radice


      Elimina
    5. Gentile sig. Radice.
      Credo che un qualsiasi dialogo iniziato pubblicamente debbe proseguire nella stessa sede, per reciproca trasparenza.
      Mi scuso pertanto se non averla contattata privatamente le ha fatto spendere momenti preziosi di vita, ma quanto meno la consapevolezza che questo investimento di tempo è stato anche nostro e ha chiarito la situazione per noi tutti, dovrebbe essere visto con costruttività.

      Forse i miei toni le hanno dato a intendere che parlassi per "congetture", ma ho solamente dato l'interpretazione di quello che avevo capito, e spero che sia stato di stimolo per sviscerare all'attenzione di tutti la questione che era sorta.

      I fatti di cui sono a conoscenza in merito alla questione sulla paternità di Geppo, non sono nulla di privato o segreto, si tratta di informazioni reperibili facilmente.
      Il creatore grafico di un personaggio è chi per primo ne traduce in tavole una sceneggiatura, anche parziale, o ne traccia i connotati per uno sceneggiatore: ergo ritengo che il creatore grafico di Geppo sia esclusivamente Luciano Bottaro, che ha abbozzato la figura del diavolo buono come comprimario di un fumetto su Robin Hood per "Il Vittorioso", oltre ad aver successivamente disegnato alcune tavole della prima storia che poi fu realizzata da Chierchini per un numero di Trottolino. Ergo tutti gli altri artisti che hanno disegnato storie di Geppo sono dei degni prosecutori della sua saga, che magari hanno arricchito e modificato il suo universo narrativo, ma nessuno di loro può vantare diritti di copyright sul personaggio, semmai sulle proprie tavole.

      Cordialmente,
      Gaspare Pero.

      Elimina
  11. Mentre stavo scrivendo al gentile lettore P. Alexis mi è venuta in mente una cosa importante che accade oggi e che può certamente far piacere agli appassionati, dato che giustamente tutto è iniziato considerando il prezzo della edizione cartacea.

    Oggi Amazon sta promuovendo (gratis) un numero di Geppo in bianco e nero e precisamente

    GEPPO eBook NUMERO 2 EDIZIONE BIANCO E NERO formato 600x800

    potete leggerlo anche su PC con il software gratuito fornito da Amazon

    per i numeri non in promozione per l'edizione bianco e nero io e Pier Luigi abbiamo indicato ad Amazon di applicare la tariffa minima possibile e da loro concessa corrispondente a 2.99 dollari che in Euro diventano 2.68€

    Un cordiale saluto a Salvatore e tutti i lettori.

    Tiziano Radice

    RispondiElimina
  12. Scusa Salvatore, una precisazione importante, all'inizio sotto il titolo hai scritto:

    Copio ed incollo l'intervento di Tiziano Radice:

    Tolgo la pubblicità ad ebook ed altri eventuali riferimenti.

    IL MIO INTERVENTO NON INIZIA COSI' MA:

    Buongiorno a tutti gli Amici di Geppo, insieme a Pier Luigi Sangalli e sua figlia Elisabetta, sto trasformando in versione digitale per la stampa cartacea e per gli eBook, le più belle storie di Geppo pubblicate dagli anni '60 fino agli anni '90.

    Se un lettore guarda velocemente il blog pensa ad una mia azione di cancellazione o richiesta di cancellazione che non è mai avvenuta e neppure stata nelle mie intenzioni puramente informative.

    Grazie e buona serata.

    Tiziano Radice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tiziano, ho effettuato la correzione, l'utilizzo smodato dei commenti per continuare a fare pubblicità al vostro progetto la vedo come cosa poco carina.

      Elimina
    2. Grazie Salvatore per la correzione comunque ogni scritto è motivato dalla necessità di rispondere ai lettori in modo esauriente ed esaustivo, chiarire al di là di ogni dubbio la correttezza e moralità mia, di Pier Luigi e di Elisabetta. La conclusione logica dovrebbe essere questa: il sito può essere ripristinato al suo stato originale perché nessuno ha chiesto la cancellazione neppure di una virgola presente al momento della mia prima lettera. Le storie di Dossi e Motta possono essere pubblicate esattamente come prima, per gli eBook ti ho scritto subito che copertina, sommario e prima pagina possono essere pubblicati citando il copyright. Non ho motivi di usare in modo "smodato" il tuo blog, semplicemente se ricevo un attacco devo difendermi, è un mio diritto. Se desideri possiamo lasciare come ultimo messaggio la lettera di Pier Luigi a te ed i lettori.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...