Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (18) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1977 (11) 1983 (11) 1968 (10) 1985 (10) 1988 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1997 (7) 1964 (6) 1965 (6) 1991 (6) 2000 (6) 2016 (6) 1970 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1957 (4) 1959 (4) 1961 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1996 (4) 1998 (4) 1954 (3) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2004 (1) 2006 (1)

giovedì 31 gennaio 2013

Cucciolo-Anno XVI-N.21-8 Ottobre 1967-Edizioni Alpe-Lire 100****



Bentornati nel meraviglioso mondo degli Albi Alpe.

1) Cucciolo e Beppe: Il prode paladino di Giorgio Rebuffi: Io adoro Reb, come il buon vino  migliorava con gli anni, più passava il tempo più si discostava dal canovaccio umoristico disneyano proponendo ai lettori una satira sociale , esagerata oltremodo dalla picassesca visione dell'autore, che difficilmente poteva essere interpretata come "fumetto per bambini". Le storie di Giorgio  sono invecchiate benissimo. Questa è una semplice incursione nel mondo medievale con Beppe nei panni dell'inutile Mago Merlone e Bombarda nomato Barone Bombardon. L'unico fedele a se stesso è il  lupo Pugacioff , contro cui viene inviato il pigrissimo paladino Ganellone che convinto di andare alla pugna con la vittoria in tasca viene sbullonato dal mito della steppa.****


2) Capitan Bomba agli antipodi: disegni di Guido Scala: Capitan Bomba è un personaggio creato da Luciano Bottaro per un film animato che non fù mai realizzato. Il personaggio , insieme al mozzo Pappafico, venne ereditato da Carlo Chendi e Guido Scala . Le tavole di Scala per il piccolo scorridore dei mari per me sono superiori anche a molte di quelle  che realizzo per la Disney. In questa avventura i due marinai comprano lana di ferro per convincere i lapponi a farne maglioni. A causa di una tempesta dirottano verso Sidney, rifiutando malamente  un passaggio ad un simpaticissimo navistoppista. L'Australia è patria della lana merinos e quindi Bomba deluso  vende per pochi spiccioli  il tessuto metallico  al vagabondo incontrato prima. Il barbone venderà la lana  ad un lussuoso ristorante come paglia d'acciaio per lavare i piatti  e  diventerà ricco****







3) Mac Keron: Un tacchino pericoloso: personaggio minore di Antonio Terenghi che non ha l'impatto scenico di Tarzanetto, Teddy Sberla o Pedrito El Drito. Sembra un pò il Galeazzo Musolesi delle giubbe rosse. La storia è deboluccia, la solita solfa del pellerossa ribelle.***



4) Beppe e Pugacioff: Pulire il Pollo di Giorgio Rebuffi****


5) Tom e Billy: Stazione di servizio: non riesco ad individuare l'autore , i protagonisti sono personaggi un pò incolore e forse anche inutili in un albo dove già c'è la coppia Cucciolo e Beppe. Anche la storia è di routine e salvo soltanto il character design del pericoloso criminale Manosvelta che ha la faccia del grande Memmo Carotenuto**




Manosvelta alias Memmo Carotenuto

6) Cucciolo e Beppe: Detectives privati: l'autore potrebbe essere Sante Villani  che disegnò molte storie di Cucciolo e Beppe, ma di solito Vilsa firmava le sue storie quindi fate finta che non abbia scritto nulla. La storia è banalotta , Beppe con il trip da Sherlock Holmes  incontra l'agente James Bidon.**1/2



7) Misterix : Messaggi sull'Oceano: Ed ecco voi signore e signori, completamente fuori posto, il primo super eroe italiano il mirabolante  Misterix disegnato da Paul Campani  ( di cui ho recensito Gey Carioca ). Il personaggio cocreato con il pubblicitario Max Massimino Garnier nel lontano 1946 è il capostipite degli eroi in calzamaglia italiana. Da quel poco che posso desumere dalla trama a puntate si parla molto e si agisce poco. Il criminale Takos è lì soltanto per essere preso per i fondelli. L'eroe nonostante abbia con sè una microcentrale nucleare che gli dona forza sovrumana e la possbilità di scagliare  raggi energetici  pensa a sfumazzare, bullarsi  e alla figa.



In soffitta riposano degli albi completi di questo super eroe senza super problemi che prima o poi poggieranno le chiappe su Retronika.



L'albo va comprato ma adesso...un pò di spot:

Cross Over copertinico tra Tiramolla e Nonno Bigio di Gino Gavioli

L'esordio del malvagio Mister Magic di Umberto Manfrin

6 commenti:

  1. Alquanto sconvolgente un supereroe in un albo di Cucciolo O_O Specie se non condivide lo stesso universo narrativo...
    Ecco, se devo trovare un difetto a questa pubblicazione, è il suo essere "contenitore" di più personaggi slegati tra loro. A me piacevano Cucciolo, Beppe, Pugacioff, Bombarda, Salsiccia, e gli altri personaggi coi quali interagivano, le trame intrise di satira sociale, ma le altre storie le vedevo un riempimento, a parte forse Robin Het (di Barosso?) che però non ricordo su che testata era ospitato.
    Voglio dire, quando volevo un fumetto contenitore, acquistavo "Più e il suo gioco": in un albo di Cucciolo volevo storie di Cucciolo... Ma forse parlo da lettore abituato a Braccio di Ferro, dove le storie avevano un "cast" ben definito.

    Mac Keron mi ha ricordato il sergente Baldo di Bottaro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non era difficile negli albi umoristici degli anni 60 trovare storie realistiche, io invece adoro le riviste contenitore ed uno dei miei più grandi passatempi è scoprire chi ha disegnato cosa, Robin Het mi sa che erà di Onofrio Bramante. Per leggere albi Albe in cui erano presenti soltanto i titolari di testata dovevi comprare "storie di Cucciolo" o "storie di Tiramolla" che erano gli equivalenti degli Albi di Topolino mondadori o gli Albi Davy della Bianconi. Baldo era più carino di Mac Keron , i due condividono soltanto l'ambientazione.

      Elimina
    2. Di Baldo ricordo una storia letta sul n° 2 del Pepito Bianconi (ecco che mi smentisco, Pepito Bianconi era un "contenitore" che mi piaceva molto!), spassosissima, praticamente una gag ogni pagina, ai livelli del Popeye di Segar!

      Elimina
  2. A proposito di albi contenitore... Su Tiramolla spesso erano incluse storie con tre personaggi ricorrenti: un bambino simile a Charlie Brown, ma con 3 capelli in testa invece di uno solo, suo padre impiegato (sempre un po' nervoso e meno sveglio del figlio...) e il relativo datore di lavoro, un tipo baffuto con perenne berretto in testa.
    I disegni sembrerebbero di Rebuffi, se non fosse che li ricordo piuttosto "picasseschi"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono buone probabilità che siano personaggi di Franco Aloisi:
      http://www.francoaloisi110.com/Illustrat-ita.htm

      Un genio che purtroppo non volle più fare fumetti. Io lo adoravo

      Elimina
    2. Infatti è lui!
      Il tipo baffuto e il bambino stanno nell'ultima tavola di quella pagina.
      E la coppia di scimmie Trik & Trak ce l'ho su un altro Tiramolla, anche qui ignoravo fossero opera sua.

      Grazie.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...