Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (19) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1968 (11) 1977 (11) 1983 (11) 1988 (11) 1985 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 1964 (6) 1991 (6) 2000 (6) 2016 (6) 1957 (5) 1970 (5) 1996 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1959 (4) 1961 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2004 (1) 2006 (1)

venerdì 19 aprile 2013

Ed Wood-U.S.A 1994-regia di Tim Burton*****



Lo posso dire che secondo me è il miglior film di Burton?
Non sono mai stato un gran fan di Tim, è troppo semplice goticheggiare un plot, ormai è prassi comune quella delle favole all'aceto balsamico. E' vero che probabilmente è stato il primo a respirare l'aria emo di questi giorni , ma se le prime prove profumano di novità dopo un pò l'odore acre  del suo cinema allo zucchero di canna  infastidisce. Ormai vedo i suoi film con la stessa passione con cui un operaio della Ferrero mangia un Ovetto Kinder. Però...la figura di Edward Davis Wood Jr è talmente affascinante, luminosa, originale e divertente che neanche il re del fosco è riuscito a spegnerne la luce. La storia di Ed è la storia di tutti gli artigiani di cinema sino agli anni ottanta. Ne  abbiamo avuti di Wood in Italia, i vari  Massacesi e  Lenzi  che facevano cinema con gli scarti di  altri  set, registi da "buona la prima" e senza fondi che sfornavano cinema commerciale che divenne "giusto" culto.
Non si può  valutare un film soltanto dalla bellezza concreta, bisogna soppessare i mezzi a disposizione , la fatica, le idee che sopperiscono ai soldi. E' vero che Romero fece la Notte dei Morti Viventi con due dollari ma mica possiamo vivere di soli capolavori?
La vita è fatta di caviale e mortadella.
L'unica differenza tra i filmakers nazionali  e il "peggior regista mai esistito" è che il povero Ed intendeva sfornare il suo capolavoro alla "Orson Welles" mentre i tipi di Cinecittà  erano spesso consapevoli di produrre monnezza.
Quel gran paraculo superdotato di Johnny Deep è qui nel ruolo della sua vita, altro che pirati, cercalibri e badanti di mamme obese. Deep è un Wood straordinario.
Lisa Marie (fortunatone di un Burton) buca lo schermo con  le enormi tette di Vampira.





Gigantesco Martin Landau nel ruolo di Bela Lugosi, un grandissimo attore che interpreta un grandissimo attore, una matrioska artistica.
Checcamente perfetto Bill Murray, mostruosamente in parte George Steele, puff... tutti bravissimi (anche quell'odiosa della Jessica Parker).



Non una scena resta nel cuore dell'appassionato ma tutto il film , il battesimo, la prima di Glen or Glenda, la produzione di Plan 9 from outer space...
Mi accingo a comprare immediatamente il Dvd  e un golfino di cachemire rosa



2 commenti:

  1. Uno dei film più riusciti di Tim Burton!
    Inoltre è tra i miei preferiti...

    RispondiElimina
  2. Condivido parola per parola il tuo giudizio, sia su Tim Burton in generale ( gli ho sempre trovato un che di...come dire...lezioso ) sia su questo - al contrario - fantastico Ed Wood in particolare.

    "... è troppo semplice goticheggiare un plot..."
    Parole sante ! Il pensiero corre immediatamente a Sleepy Hollow, bellissimo racconto di Washington Irving completamente stravolto...la sfida sarebbe stata lasciarlo com'era, ma, appunto, "è troppo semplice ecc.".

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...