Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (19) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1968 (11) 1977 (11) 1983 (11) 1988 (11) 1985 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 1964 (6) 1991 (6) 2000 (6) 2016 (6) 1957 (5) 1970 (5) 1996 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1959 (4) 1961 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2004 (1) 2006 (1)

giovedì 21 novembre 2013

Il Tiramolla dell'Annexia secondo Gaspare Pero


Posto la mailrecensione di Gas75 con qualche aggiunta*:

Ieri, uscito dal lavoro, sono andato in fumetteria a ritirare i due volumi dell'Annexia dedicati a Tiramolla.
Sono davvero due balenotteri, di oltre 300 pagine ciascuno, con una copertina stampata su una apparente "carta povera", che tuttavia rende pienamente la passione dei curatori *(Luca Montagliani per sua maestà Giorgio Rebuffi ) di queste antologie nel raccogliere queste storie oramai antiche e rarissime, oltre a svariati contenuti extra (copertine originali, articoli,...); storie ristampate non attraverso tavole originali (in molti casi introvabili), ma ripulendo scansioni di collezioni private (non sta scritto esplicitamente, lo deduco), sacrificando i colori ma ottenendo un bianco e nero pulito che sa tanto di riuscito "restauro" di queste opere d'arte.

L'obiettivo primario di questi due volumi è fornire al lettore il ciclo completo delle storie partorite dal due Renzi/Rebuffi, ma non mancano alcune storie di Manfrin, nonché le comparsate di Motta e Colantuoni!
Il Tiramolla che però si trova in questi tomi non è quello col cilindro rosso, tranne in un paio di storie alla fine del volume "60+1", bensì quello embrionale, col berretto quasi indistinguibile dalla testa, così come Cucciolo e Beppe sono quasi sempre quelli degli anni 50, con Cucciolo dagli occhi più piccoli e Beppe col nasone.
I volumi costano 12 € l'uno, forse tanto a prima vista, ma pochissimo se considerata l'assenza di pubblicità e paragonato al numero di pagine e al prezzo di certe pubblicazioni antologiche che di prestigioso a volte hanno solo la copertina patinata in cartoncino... E non dimentichiamo che i fumetti funzionano anche in assenza di energia elettrica, puoi metterli in pausa quando desideri, colorano lo scaffale...
Anche se non ti ho potuto allegare delle foto o scansioni (per adesso almeno), volevo condividere questo reperimento con te... e con gli amici di Retronika visto l'entusiasmo che ho per essermi regalato queste 600 e rotte pagine di amarcord umoristico nostrano!

6 commenti:

  1. Due volumi indispensabili!!! (Come anche i cofanetti sul Loposki Pugacioff)
    Tra l'altro visti i prezzi attuali dei volumi a fumetti, trovo che i 12 euro di Tiramolla 60 (e 60 + 1) siano un costo tutt'altro che "caro".
    Sono felice di constatare che tutte le persone che prendono questi volumi ne sono entusiaste! :-)
    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  2. Rimane un vero peccato che solamente la Disney sia in condizione di ristampare a iosa le vecchie storie (anche se oramai chiamano "Classici" quelle dei primi anni Duemila!), e che tutte le altre "famiglie" debbano ricorrere, quando riescono a farlo, a collezioni private, restauri, ecc...

    L'acquisto di questi due volumi spero contribuisca a incentivare la realizzazione di altri relativi a personaggi per me ancora più importanti di Tiramolla (oh, son gusti!), come Top Mix e Pepito.

    RispondiElimina
  3. Grazie per la bella recensione, grazie davvero da parte di Annexia e di Giorgio Rebuffi.
    Mi permetto solo di appuntare una cosina che, per chi non mastica editoria (seppur amorosa e amatoriale come la nostra) tutti i giorni, potrebbe passare per esosità da produzione industriale o affini...
    384+336 fanno in tutto 720 pagine di fumetti (e tutto il resto), restaurate e talvolta ridisegnate pazientemente nelle parti mancanti o sbiadite, dal sottoscritto e da Marco Pugaciòff Graziosi, nostro fondamentale collaboratore. Le scansioni invece vengono altrettanto pazientemente e in notturna (per questioni di impegni temporali di vita normale) da Stefano Monetti, il nostro (e del Big REB) archivista, che possiede le collezioni di cui sopra e molto altro...
    12 eurini (24 per entrambi) per un volumone del genere è niente se pensiamo che le fumetterie ce ne ordinano 30 copie appena e il distributore si tiene la metà, come dire... è un bagno di sangue preventivato a priori. Ma noi e il Reb ci mettiamo le necessarie pezze e andiamo avanti.
    Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter fare di più, nel caso abbiate ancora fame dei meravigliosi anni '50, '60 e poco dopo... altrimenti ci si accontenterà di quel che verrà col tempo, nel tempo.
    Molti sono gli autori che vorremmo trattare e molti i progetti che ci girano per la testa ma solo pochissimi di questi vedranno la luce per gli ovvi (e brutali) motivi di cui sopra.
    Detto questo, mi scuso per l'eventuale dispiacere che qualcuno potrebbe leggere tra le righe, in realtà NON ci lamentiamo affatto e siamo felici di quel che facciamo. Oltre ad essere un onore...
    L'unico che viene a guadagnare dal nostro lavoro è il lettore appassionato che si ritrova tra le mani i suoi tesori d'infanzia che potrà a sua volta trasmettere a figli e nipotini.
    Noi ci guadagnamo il vostro fondamentale calore, la nostra soddisfazione personale d'esser gli unici in Italia a compiere un operazione del genere su un autore come Giorgio, e la non indifferente gioia di avvicinarci con queste nobili azioni, alle divinità dell'Olimpo.

    Laca.

    RispondiElimina
  4. Grande Laca, Marco, Stefano e il maestro Rebuffi!!!
    Laca, io - che non sono direttamente coinvolto nell'operazione, quindi posso dire ciò che voglio :-) - sono convinto che questi volumi costino addirittura TROPPO POCO.
    Come lettore, per me, in generale, i fumetti meno costano è meglio è, e mai e poi mai mi sognerei di "lamentarmi" per il basso prezzo!
    Ma per le vostre edizioni faccio un'eccezione perché, mi chiedo, non è che il basso prezzo possa addirittura in qualche modo "sminuire" il volume agli occhi altrui? (potrei sbagliarmi per carità, sono solo un lettore)
    Voglio dire, lo so che i volumi non si vendono "a peso", ma cribbio: pago certi volumi il doppio di quanto pago i vostri, e anche quelli sono in b/n, e con un numero di pagine di molto inferiore ai vostri... Sì sì, lo so: "quei" volumi li pubblica la casa editrice "figa" e tutti a dire "Ooooooohhhh!!!! Capolavoro!!!!" per ogni cacatella che esce...
    Comunque, e non credo di stare dicendo cose che vanno contro il mio interesse di lettore (anzi!), i volumi dell'Annexia secondo me proprio per il valore intrinseco che hanno (restauri, sbattimenti vari ecc.) sono ECONOMICI.
    Scusate lo sproloquio, ma ci tenevo a dire la mia.
    Un abbraccio a tutt*
    Orlando

    RispondiElimina
  5. Ho iniziato a leggere il primo volume: oltre alle testimonianze di autori come Castelli e Boschi che ripercorrono la vita editoriale di Tiramolla, ho scoperto la "genesi" dell'albo Tiramolla (un nuovo fumetto voluto... da Beppe!), e l'abbondare di meta-fumetti nei quali i personaggi interagiscono con editori e disegnatori!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...