Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (19) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1968 (11) 1977 (11) 1983 (11) 1988 (11) 1985 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 2016 (7) 1964 (6) 1991 (6) 2000 (6) 1957 (5) 1961 (5) 1970 (5) 1996 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1959 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2004 (1) 2006 (1) 2017 (1)

martedì 22 aprile 2014

Libertà per i leoni - Da Tutto Cucciolo n. 193 del 1983

Una  recensione di Gaspare Pero per una storia del grande Giorgio Rebuffi:


Temistocle Felino è un individuo con l'idea fissa di rendere dignità ai leoni dando loro libertà, anche se si tratta di aprire loro la gabbia dello zoo cittadino!
Va da sé che Sultano, il leone che beneficia di questa possibilità di fuga, inizia a incutere terrore per le strade, a cominciare da Cucciolo e Beppe, che in quel mentre si trovano a passare da quelle parti, per poi passare a Bombarda, per il quale il buon Pugacioff decide di schierarsi affrontando, suo malgrado, il re della foresta (o della savana?).




Superato l'ostacolo costituito dal "luposki della steppa", Sultano riprende la caccia del grassoccio Bombarda che, giunto a casa, trova la definitiva salvezza soltanto nella piscina in giardino, territorio dello squalo Geraldo che, come tutti i suoi simili, fa il tipico verso dei Selaci: "Squinz"...


Costretto a rinunciare alla sua preda, Sultano si ritrova la città deserta (è stato dato l'allarme), quindi trova come unico diversivo entrare in una casa tramite una finestra lasciata incautamente aperta. Gli autori della distrazione si scoprono presto, quando per i corridoi Sultano incontra il gatto Bernabò (di Cucciolo e Beppe) che, con la tipica saggezza dei piccoli felini domestici, reclama la lontana parentela con l'inatteso ospite, che lo risparmia e si può dedicare a curiosare in dispensa, dove lo attende però solamente scatolame.


Ripresisi dallo spavento di prima, Cucciolo e Beppe tornano a casa, colgono rumori dalla cucina temendo un assalto al frigorifero da parte di Pugacioff, ma spavento li coglie scoprendo che in realtà si tratta del leone di prima!
Per Pugacioff, che rincasa in quegli istanti, è davvero troppo! Affronta nuovamente Sultano e lo mette in fuga tirandogli contro la scorta di scatolame.


Tornato in strada, Sultano ha la sventura di incrociare Gigorocane, il cane esperto di arti marziali, che pone rapidamente fine alla sua scorrazzata urbana.




Epilogo: Beppe è arrabbiato con Pugacioff perché ha sprecato la scorta di cibo, così il lupo può farsi perdonare con l'aiuto di Bombarda che, in segno di riconoscenza, compra per Pugacioff una valanga di scatolette che travolgono il povero Beppe quando apre la porta...

5 commenti:

  1. Ricordo di aver letto questa storia!
    Anni or sono :)

    RispondiElimina
  2. In alcune storie Cucciolo e Beppe hanno un pappagallo e uno scoiattolo al posto di Pugacioff e Bernabò, o ricordo male?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ricordi bene,il pappagallo e lo scoiattolo danno la caccia a bombarda come faceva pugacioff.....sono storie dell'ultimo periodo della testata,carine ma lontano anni luce dai capolavori rebuffiani....

      Elimina
  3. salvatore sabato spedisco il materiale...comincia a crescerti i baffi che poi te li dovraileccare x bene...ciaoooo......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gerardo , io sono rientrato oggi :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...