Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (19) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1968 (11) 1977 (11) 1983 (11) 1988 (11) 1985 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 2016 (7) 1964 (6) 1991 (6) 2000 (6) 1957 (5) 1970 (5) 1996 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1959 (4) 1961 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2004 (1) 2006 (1)

giovedì 22 maggio 2014

10 "SuperFumetti in film" che vorrei vedere al cinema

Guardate questa splash page di Gulacy, c'è tutto armi, cazzottoni e pupe. Un film maschio senza raschio 
1)      Shang Chi
Ho sempre amato il Bruce Lee di casa Marvel nato nel 1973, le atmosfere bondiane di Steve Englehart e Paul Gulacy, il malvagissimo Fu Manchu al cui confronto Heihachi Mishima pare papa Francesco, la profondità del personaggio principale, una delle più belle saghe della casa delle idee di cui spero non facciano mai un remake di carta perché non vedo in giro nessun autore moderno in grado di restituire la serietà e l'epica di quelle tavole crude e perfette. Già piango quando vedo come hanno ridotto Iron Fist negli anni 2000.  Imdb scrive che il film è in produzione con il titolo “The Hands of Shang Chi” http://www.imdb.com/title/tt0366547/ se ne parla dal 2007 ma non mi pare che si stiano affrettando. Come attore principale mi piacerebbe Donnie Yen anche se un po’ vecchiotto, ma la sua faccia da “Ip Man” degli ultimi anni mi ha conquistato e mi pare pure uno degli spatasciafacce che ci sono in giro adesso più preparati.


Un Jurassic Park Western, roba da leccarsi gli occhi
2)      Turok
Molti lo ricordano di più come personaggio dei videogame, ma il nostro indiano va in giro ad ammazzare dinosauri dal 1954. La serie Valiant degli anni 90 è stata una delle mie preferite quando esplose il boom dei super eroi in edicola (insieme al maestoso X-O Manowar di Bart Sears).  E’ uscito un film animato nel 2008 “Turok son of Stone” ma non mi ha fatto impazzire. Grossi rettili contro gli apaches…cosa volete più dalla vita? Attore principale? Michael Spears (anche se non so com’è ridotto adesso)

Mi andrebbe bene pure il film di Afrodite A
3)      Un robottone a caso di Go Nagai
Adesso si può fare, non ci sono scuse, è una vita che deve uscire il Gaiking di cui c’è un vetusto trailer sul tubo (che a sto punto mi sa di bufala) ed è uscito l’orrendo Devilman movie ma un Mazinga vero (no Pacific Rim yankee) sarebbe una cosa da esplosione del cuore. Una delle poche cose per cui vado ancora in chiesa a pregare…

Pearlman con un pò di muscoli in più è uguale
4)      Ranxerox
Il Cyborg di Tanino Liberatore, interpretato da Ron Pearlman con la regia di Kathryn Bigelow


Non sapevo chi mettere per interpretare Grunf...qualche idea tra gli attori italiani viventi?
5)      Alan Ford di Max Bunker regia Fausto Brizzi (che vuole farlo da una vita)
Cast (ovviamente tutti truccati): 
Alan Ford: Pietro Sermonti,
Il conte Oliver: Neri Marcorè
Geremia e Cariatide: Cochi Ponzoni e Renato Pozzetto
Bob Rock : Giovanni Storti (quello del trio)
Il Numero 1: Paolo Villaggio
Grunf: Stefano Chiodaroli

Non esistono quelle belle facciazze da patibolo degli anni sessanta-settanta, mò si rifanno tutti le sopracciglia
6)      Kinowa
Il cupo fumetto degli anni cinquanta realizzato da Andrea Lavezzolo, EsseGesse e Pietro Gamba per Edizioni Dardo.  Ne verrebbe fuori uno spaghetti western con i contro cazzi ma secondo me una cosa del genere non si può più proporre perché ormai mancano gli attori giusti  ed anche i registi con gli attributi che fumano.


Al posto dell'Argento chi altri?
7)      Ulula
La bellissima licantropa dell’Edifumetto disegnata dall’eccellente Giovanni Romanini, interprete? Asia Argento che secondo me si troverebbe perfettamente a suo agio.

Compravo il Corriere Della Paura Corno soltanto per questo fumetto.
8)      Simon Garth
La meravigliosa saga del morto vivente Marvel. Lo Zombie non ho idea di chi possa interpretarlo ma la bellissima sacerdotessa Voo-Doo, Layla,  è un ruolo perfetto per Salma Hayek

C'è l'imbarazzo della scelta per il cast
9)      Winx Club
Un live action con le fatine di Iginio Straffi farebbe felice tutte le bambine del mondo ma visto che le protagoniste sono delle gnocche seminude andrebbero a vederlo volentieri anche i papà. Il cast sceglietevelo voi. Sono l'unica alternativa italiana agli Avengers

Ovviamente immagino un film che vira verso la commedia
10)  Mandrake
L’ipnotista di Lee Falk. Per Mandrake vedrei bene un George Clooney impomatato per Lothar il nerboruto Terry Crews. C’è un bel film turco del Mago uscito ovviamente senza licenza nel 1968 http://kayaozkaracalar.blogspot.it/2011/08/turkish-mandrake-movie.html. Io parlo di un film “vero”.

18 commenti:

  1. Delle Winx avevano fatto un musical. Per i motivi che hai citato tu i colleghi del posto in cui lavoravo anni fa erano ben contenti di portare le figlie a vederlo!

    Mandrake, che poi mi pare fosse un ritratto di Lee Falk, è Mastroianni: Fellini docet.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volevo mettere soltanto attori vivi e possibili :-)

      Elimina
    2. vuoi mettere con il gusto di far sfoggio di tanta cultura cinematografica? ;)

      Elimina
  2. Di Mandrake esiste un film ad episodi del 1939, un film per la tv del 1979 e un pilota per uno show tv del 54

    Tra i film non portati a termine c'è uno di Fellini degli anni 60 con Mastroianni come Mandrake e Claudia Cardinale come Narda.
    Un altro tentativo degli 70 vedeva Cassius Clay come Lothar e Alain Delon come Mandrake, per la regia si propose Sergio Leone.
    Negli anni 80 ci furono tre tentativi con David Bowie, Kevin Kline e Bruce Willis (che avrebbe avuto come spalla Mike Tyson nel ruolo di Lothar).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo che ci fosse stato tutto sto Mandrakismo di celluloide, io conoscevo solo quello turco (anzi se riesco a vederlo lo recensisco)

      Elimina
  3. Risposte
    1. Li conoscevo i video di Spadoni ed alcuni sono fenomenali, ma io voglio un film fatto con "i soldi" degli studios, un Mazinger fatto dalla Legendary :-)

      Elimina
  4. Shang Chi
    I testi di Doug Moench erano verbosi e inconcludenti. Paul Gulacy non sapeva disegnare, ma era estremamente suggestivo. I film di Shang Chi sono stati già fatti: sono quelli di Bruce Lee.

    Turok
    Pellirosse e dinosauri: combinazione che non ho mai capito. Stando in casa Gold Key, molto meglio Magnus di Newman e il grande Manning.

    Robottoni di Go Nagai
    Nagai lo adoro: ho supplicato Federico Colpi di dirglielo. Ma molto meglio Daitarn 3.

    Rank Xerox (questo il vero nome)
    Merita senz’altro il film, senza censure. Peccato che Liberatore ora disegni così male.

    Alan Ford
    Il fumetto è italiano, ma può farlo solo un americano. Bunker e Magnus, però, hanno fatto infinitamente meglio con Kriminal e Satanik.

    Kinowa
    Del Grande Lavezzolo preferisco Gim Toro.

    Ulula
    Romanini non mi piace proprio. Molto meglio Biancaneve di Frollo. Però anche Ulula, a livello di testo, ha il suo perché: una licantropa figa! Va bene, facciamoci un telefilm low cost.

    Simon Garth
    Come hai fatto ad ammirarlo con la pessima stampa del Cdp? Io lo leggevo su Zombie Tales, e anche Manfredi, allora cantautore, che ne scrisse una recensione per Re Nudo (1975 circa). Gerber e Marcos magnifici e immaginifici, un film rovinerebbe tutto.

    Winx Club
    Ma dai!

    Mandrake
    Mille volte meglio Dottor Strange di Lee e Ditko. Gli effetti speciali per ricreare il mondo metafisico di Ditko dovrebbero essere pazzeschi.

    Sauro Pennacchioli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sauro.
      1) Che Gulacy non sappia disegnare è una tua opinabilissima opinione, per me Paul in bianco e nero è una gioia degli occhi ed è sempre stato molto cinematografico. Shang Chi mi è sempre parso un personaggio più profondo di quelli interpretati da Bruce Lee al cinema, la verbosità in quegli anni era una costante perchè la gente comprava i fumetti perchè amava leggere oltre che guardare, cosa che non si può dire del fumetto odierno dove se prendi, esempio italiano a caso, Orfani ha i tempi di lettura dei giornalini mio allegati ai formaggini, poi parlano dell'aumento dei prezzi, ma effettivamente quasi 5 euro per 10 minuti di lettura sono troppi, a sto punto vado al cinema, mi beo di effetti speciali e con 8 € sono "intrattenuto" per almeno un paio d'ore
      2) Anche del Magnus ne verrebbe fuori un bel film, un Kyashan all'americana, ma io preferisco il fantasy alla fantascienza e scelgo l'esotico Turok
      3)Nagai tutta la vita, quelli di Go sono cavalieri d'acciaio, più simili all'epica di un Orlando che ad una saga meccanica, Daitarn è troppo sborone ed in tutta la serie non si fa nemmeno un graffio. Gli invincibili mi sono sempre stati antipatici. Voto Mazinga
      4) Ranx sono d'accordo
      5) Alan Ford è italiano ed il film dovrebbe essere italiano, se no gli americani me lo ammazzano come Dylan Dog. Il gruppo TNT per me restano un prodotto migliore di Kriminal e Satanik.
      6)Gim Toro che ne tiri fuori? Un film alla Bud Spencer e Terence Hill?
      7) Biancaneve di Frollo, unofficialmente lo hanno gia fatto, quello con Michela Miti.
      8) Io ai tempi l'ho conosciuto sul Cdp Simon, effettivamente un film sarebbe difficile con il morto vivente introspettivo. Secondo me è il più bel fumetto Marvel di quel periodo, ma con il senno di poi mi sto accorgendo che la casa delle idee all'epoca sfornava delizie irripetibili.
      9) Ho una figlia di 6 anni e mezzo, ormai sono un fan di Stella e Bloom pure io
      10) Strange lo faranno, per questo non l'ho nominato

      Elimina
    2. - Gulacy: anch'io se ricalco le foto azzecco l'anatomia e la prospettiva. Comunque, ripeto, Gulacy è suggestivo.
      Moench e McGregory erano di un verbosità impressionante, superiore persino a quella di Roy Thomas. All'epoca gli unici sceneggiatori bravi della Marvel erano Wolfman e Gerber, e solo qualche volta. Il migliore sarà Shooter.
      - A me Daitarn 3 piace proprio perché è sborone, lo stesso dicasi del James Bond di Connery.

      Io farei un cartone animato di Kamandi per il cinema. E anche di Biancaneve di Frollo.

      Sauro Pen

      Elimina
    3. Perché, un film con attori dedicato a Gundam no?

      Elimina
    4. A me il celebre Gundam non piace, ma come design è di gran lunga superiore a Daitarn

      Ancora nessuno ha pensato di produrre i robottoni giapponesi, dopo il successo bestiale di quei copioni di Transformers?

      Che, tra l'altro, sono la versione cinematografica dei fumetti Marvel al tempo di Shooter, più che dei semplici giocattoli. Lo stesso dicasi del più sfigato GI Joe.

      Anche Iron Man ha successo, anche se non è un robot: si vede che i personaggi di metallo figurano bene con gli effetti speciali.

      Sauro

      Elimina
    5. Gundam mi sa che lo stanno girando da qualche parte (ma tanto prima o poi esce).

      Elimina
  5. Lo ammetto: il pensierino a Mandrake lo farai!

    RispondiElimina
  6. Sul "casting" di Alan Fort "tutto italiano" un paio di pensierini:
    - Paolo Villaggio come Numero 1 andrebbe anche bene... una volta che abbia perso almeno un quintale :-)
    - proporrei il duo comico "Olcese & Margiotta", come, rispettivamente, Grunf e Bob Rock.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Villaggio "cattivo" e non fantozziano per me andrebbe bene anche con la panza, Olcese andrebbe bene ma Margiotta ha il naso piccolo, Bob deve avere una "nasca" importante.

      Elimina
  7. Il gioco del "casting", specialmente se applicato ai fumetti, è uno dei più divertenti :)

    Come 'progetto' Mandrake forse è quello che mi affascina di più. Peccato sia difficile immaginare un interprete ( il tipo maschile "signore" alla Mandrake è ormai passato di moda da decenni e di conseguenza anche il Cinema ha smesso di cercare volti dotati di certe caratteristiche...dove sono i David Niven, i Rex Harrison o i Marcello Mastroianni di oggi ? ).

    Per quanto riguarda Alan Ford...come "Numero 1" vedrei abbastanza bene Roberto Herlitzka ( era il prelato goloso de La Grande Bellezza ). Segaligno, con l'espressione biliosa...
    Grunf, màh : Ivano Marescotti ?

    Turok mi piaceva - l'ho letto un po' nei primi '70 - ma anche qui non mi viene in mente nessuno. Fisicamente il personaggio l'ho sempre immaginato come una via di mezzo tra Richard Burton e Burt Lancaster, insomma un bellone maturo degli anni '40/50, ma anche qui siamo lontani dall'attualità...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...