Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (18) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1977 (11) 1983 (11) 1968 (10) 1985 (10) 1988 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1997 (7) 1964 (6) 1965 (6) 1991 (6) 2000 (6) 2016 (6) 1970 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1957 (4) 1959 (4) 1961 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1996 (4) 1998 (4) 1954 (3) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2004 (1) 2006 (1)

giovedì 8 maggio 2014

Un Grissino misterioso...

Ho trovato questa storia su Super Braccio Di Ferro n.177 del novembre 1986. Il mio primo pensiero era andato al compianto Mario Sbattella, ma Sandro Dossi su Facebook ha detto "nein". Chissà chi era il misterioso disegnatore di "Senza il telefono"?





Un altra cosa che mi è venuta in mente è che questa storia ha uno stile più moderno di quelle del resto dell'albo, quindi le "storie nuove" su Super Braccio Di Ferro, almeno di alcuni comprimari, ci stavano.

11 commenti:

  1. Non so chi sia il disegnatore, ma sulla questione delle storie inedite (vero ginepraio editoriale) non è detto che le storie ristampate fossero tutte di anni vicini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbe anche essere Viesi, come diceva Dossi su Fb, ma io il tratto di Roberto anche se poco Bianconiano l'ho sempre considerato più gradevole, a meno che non siano proprio gli esordi dell'autore, una specie di provino che Bianconi utilizzò lo stesso come riempitivo del Super Braccio. Nei Super Braccio le storie, come scrivevi tu, erano d'annate miste, però alcune storie brevi che facevano "metraggio" come questa qui sopra erano inedite.

      Elimina
  2. Ma come mai prima non mettevano gli autori della storia ad inizio tavola?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sino agli anni ottanta non lo facevano nemmeno su Topolino. Però il bello dei fumetti vintage è proprio quello, "la ricerca".

      Elimina
    2. Chiamalo "bello dei fumetti"... io lo chiamo "riparare al non fatto da parte chi era di competenza per farlo"...
      Il bello dei fumetti è scoprire belle storie dimenticate e condividerle/segnalarle...

      Elimina
  3. No, carissimi. Durante il mio fugace triennio come autore di Braccio di Ferro non ho mai scritto/disegnato storie con Grissino. Roberto Viesi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberto per essere intervenuto :-)

      Elimina
  4. Ho trovato questa storia su Braccio di Ferro 250!
    A quanto pare il misterioso disegnatore era ben presente in quella fascia di albi lì... Periodo nel quale latita invece Colantuoni, come se qualcuno avesse preso in carico le storie destinate a quest'ultimo...

    RispondiElimina
  5. Sembrerebbe opera di Sangalli ma inchiostrato da un nuovo assistente.
    O è opera di un inchiostratore di Sangalli che qui ha fatto tutto da solo.
    Chissà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non sembrano matite di Sangalli, Pier Luigi è molto meglio, un inchiostratore "allo sbando" può essere :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...