Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (19) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1968 (11) 1977 (11) 1983 (11) 1988 (11) 1985 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 2016 (7) 1964 (6) 1991 (6) 1996 (6) 2000 (6) 1957 (5) 1961 (5) 1970 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1959 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2004 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2006 (1) 2017 (1)

giovedì 8 dicembre 2016

Cross Over Bianconi! Il diavolo rapinatore di (Sandro Dossi 1986)


L'albo in questione è Braccio di Ferro 461 del 1986, periodo nel quale, devo dire, il nostro marinaio non era raro a carognate e giochi sporchi di gelosia nei riguardi del "collega di testata" Timoteo... In questo caso, ne "Il diavolo rapinatore" di Dossi, il figlio di Bacheca deve trovare un modo per campare dopo che quella strega di sua madre gli ha tagliato i viveri.







Tenta con l'accattonaggio ma l'aspetto forzuto e sano che si ritrova non gli giovano, per cui, mentre augura ai tirchi della città di essere ingoiati dall'inferno, decide per l'appunto di travestirsi da diavolo e rapinare le banche armato del tipico tridente visto tante volte nelle storie di Geppo. Il terrore gela gli impiegati e i poliziotti, Pisellino rientra a casa e si nasconde nell'armadio spiegando a Braccio di Ferro che un diavolo si aggira per la città, e lui vuol vederci chiaro così, dopo aver tentato di fare ragionare un poliziotto che non se la fida manco a rialzarsi in piedi dalla tremarella, e parlato con un banchiere che gli descrive il ladro come il "capo dei diavoli", Braccio passa all'azione!



Una dose di spinaci ed eccolo scendere negli inferi... Solo che spesso si tratta di inferi "qualsiasi", invece stavolta è proprio l'inferno di Geppo dove si dirige! Satana lo accoglie come amico e si becca un papagno, i diavoli attaccano in massa il marinaio che le suona a tutti, provocando anche una specie di terremoto che aiuta a fare giustizia: 



Timoteo finisce all'inferno con tanto di travestimento che lo smaschera,... e Braccio senza pietà lo lascia al supplizio dei diavoli sebbene Timoteo invochi il suo aiuto! Altro che Topolino con Gambadilegno!


Il tutto vi è stato offerto da Gaspare Pero

23 commenti:

  1. J_D_La Rue, frequentatore anche del tuo blog se non vado errato, mi ha reso edotto (fornendomi poi prove fotografiche) dell'esistenza di un crossoverone tra Cattivik e un disastro di altri personaggi, tra cui un certo hippy misconosciuto a fare da contraltare a quel personaggio allergico ai soldi!
    Dovrei avere le immagini sull'altro computer, in caso te le mando.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conosco il crossover in omaggio a Cavandoli, non so se è lo stesso...

      Elimina
    2. Alla fine i personaggi si rivolgono direttamente al "produttore" dei fumetti, o è lui che li richiama all'ordine. E' un po' vago come indizio ma magari può aiutarti a capire se è lo stesso.

      Elimina
    3. No, era un altro, era su una pubblicazione piuttosto vecchia. Adesso che ci penso, però, forse compariva anche la Linea di Cavandoli. O magari mi sono solo lasciato suggestionare!

      Elimina
    4. Credo di averlo da qualche parte. Su un vecchio Eureka (perché Cattivik andava dove voleva) c'è pure un mini cross over Magnus-Bonvi tra Kriminal e il sacchetto della monnezza ladro.

      Elimina
    5. http://retronika.blogspot.it/2014/02/il-piu-grande-cross-over-di-tutti-i.html Di quello sulla Linea di Cavandoli avevo anche fatto un post dove è intervenuto uno degli autori Pietro Tonin. C'era dentro, ovviamente, anche il buon Luca Montagliani

      Elimina
  2. Bianconiverso :-D. In quanto al "crossoverone" Alpe, si tratta di una storia di Cattivik in cui irrompono Pugacioff e Bombarda di Rebuffi, il Teddy Sberla di Terenghi, i due personaggi sopra citati, ossia Camillo l'hippie di Aloisi e Gervasio di Peroni e vari altri, ed alla fine scompaiono per intervento diretto dell'editore, mentre Cattivik annuncia il suo trasloco sulle pagine di MisteriX ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello Alpe è sempre stato un Universo coeso. I personaggi di King Reb almeno, in Cucciolo e dintorni di Annexia i personaggi si mischiano che è una meraviglia. Pure Trottolino, per parlar di Bianconi, viveva a due passi dalla Bancarotta di Abelarda nelle sue prime storie

      Elimina
    2. Ah sì? Sarebbe stato interessante vedere Frittella ambire ai soldi di Trottolone invece che al regno di Soldino...

      Elimina
  3. ma invece di fare volumi sempre dei soliti noti(lupo alberto, tex, mafalda, dylan dog ecc) non si può proprio far uscire qualche volume di braccio di ferro?

    RispondiElimina
  4. Una fine inquietante per Timoteo :)
    Grande storia!

    RispondiElimina
  5. L'avevo già fatta notare questa storia sul gruppo FB e secondo Dossi non l'aveva fatta lui, ma Sbattella usando i suoi disegni. Sinceramente non mi sembra...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che negli albi di quegli anni, a volte i disegni di Dossi paiono "ricalcati", specie le vignette grandi di apertura.
      Tipo c'è una storia con Trinchetto dall'occhio troppo piccolo, o una con Timoteo disegnato stile Bluto di Sagendorf...
      Questa però mi sembra 100% di Dossi.

      Elimina
    2. Poi che significa storia fatta da Sbattella su disegni di Dossi? I disegni sono di Dossi no? O Sbattella rimontava le vignette altruo e modificava le trame?

      Elimina
    3. Eh, non lo so... non l'ho capito. A mio parere è 100 % storia di Dossi, anche perché non si possono usare disegni generici per questa storia.

      Elimina
    4. A meno che i disegni di Braccio e Timoteo sono stati "montati" da Sbattella su disegni preesistenti tratti da Geppo per realizzare il crossover, come fu fatto per fare incontrare Nonna Celesta e Abelarda.

      Elimina
  6. La scazzottata di Braccio di Ferro mi ricorda molto quella analoga di Bartolomeo Pagano/Maciste, vista da ragazzo in uno spezzone in tv...
    L'ho già scritto in passato su Retronika ma lo ripeto ; le storie anni '80 erano davvero la 'fantasia al potere' !

    RispondiElimina
  7. Una cosa mi incuriosisce : Satana sembra conoscere BdF, lo saluta giovialmente...c'erano già stati altri incontri o è una 'licenza' autoriale ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Braccio di Ferro è apparso nella storia "Un aiuto insperato" che apre il n° 88 di Geppo. Recuperabile anche in Gran Geppo n° 13.

      Elimina
    2. Storia che una volta era anche qui su Retronika ma che fu rimossa per balzani battibecchi

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...