Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (19) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1968 (11) 1977 (11) 1983 (11) 1988 (11) 1985 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 2016 (7) 1964 (6) 1991 (6) 2000 (6) 1957 (5) 1970 (5) 1996 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1959 (4) 1961 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2004 (1) 2006 (1)

martedì 1 novembre 2016

Spotonika 1967: Moviton, Corgi, View Master ecc...


Che ne sanno i 2000? Come recitava l'hit di questa estate. Ma che ne sappiamo noi dei 70 ed 80 di come passavano il tempo i ragazzini degli anni sessanta. Alcuni sparavano le loro cartucce con Pussy 22, arma giocattolo che sembrava il titolo di un film hard. 




Noi eravamo così fortunati da avere le musicassette, con una BASF da 90 minuti eravamo a posto per tutta la giornata. Loro avevano sti robi enormi della Geloso dai prezzi astronomici. Il Geloso G541 , nome che sembra quello un arma di Doom, costava 38.500 lire, se pensiamo che Topolino era venduto a 150 lire ed adesso costa 2,50 €...in pratica ci volevano 641 € per avere un lettore di nastro magnetico registrabile a "transistori" . Le pubblicità a fumetti però erano meravigliose.



La Batmobile Corgi penso sia arrivata sino ai miei tempi, se non erro si trovava nei negozi di giocattoli sino alla fine degli anni settanta, almeno in Sicilia. Il modellino è talmente bello che ve ne mostro una foto di un pezzo in pregevoli condizioni, presa da Ebay




Il Moviton non avevo idea di cosa fosse ed ho scoperto un mondo! E' qualcosa di sconvolgente.
Con i CD sarebbe stato improponibile, forse soltanto Flash potrebbe andare alla velocità del lettore laser.
Faccio prima a farvi vedere cos'è che a spiegarvelo.



Su Youtube ci sono un bel po' di video di questo discartonianimati ( come dovremmo chiamarli?)



Le scatole dei biscotti Plasmon erano opere Pop Art. La confezione negli ultimi anni è stata secondo me troppo trascurata. Molte persone compravano le caramelle Sperlari, ad esempio, per il cofanetto ed il contenuto ammuffiva scaduto o veniva regalato a poveri nipotini che non sapevano ancora leggere le scadenze.


Le automobiline Solido per me sono una novità


Leggete cosa faceva questo Minervino, manco gli smartwatch della Samsung! E non aveva nemmeno un Bit!


E questa mini calcolatrice della Sascol? Non riesco nemmeno a capire come funzionasse...secondo me fare i conti a mano era più veloce. Una specie di pallottoliere per Stephen Hawking.


Se volete sapere qualcos'altro di questi Pokemon della Colussi andate qui 


Mebetoys un culto per molti. La Primula Autobianchi la vendono adesso anche a 50 €. Chissà quanti tesori avete nelle soffitte...



Bettina, la prima bambola migrante. Sembra una di quelle ragazzotte, figlie di meridionali, che spaccavano i cuori a lombardi e piemontesi .


Bravo! Però Come il Fernandello di Mariottide. Minchia che brutto quel trenino fatto di fango Bali (gomma?). Con il Das io ottenevo effetti anche peggiori devo confessarlo...


Del View Master è uscita anche una versione "nuova" che è in pratica un visore 3d. Quello classico è sopravvissuto almeno fino agli anni ottanta come potete vedere nella clip:




Perchè si dovrebbero collezionare bandierine?


Le Twinkie Dolls 


Le auto Politoys


Gli accessori del super Agente Segreto Robinson, uno al cui confronto 007 era Vito Catozzo.


Il Carrarmato Perugina, lo ricordo buonissimo.

Gli altri Spotonika per chi si li è persi:

http://retronika.blogspot.it/2013/03/spotonika-volume-1-1974.html

http://retronika.blogspot.it/2013/03/spotonika-volume-2-1963-parte-1.html

http://retronika.blogspot.it/2014/03/spotonika-volume-3-1986.html

http://retronika.blogspot.it/2014/10/spotonika-volume-4-34-ricordi-del-1973.html

12 commenti:

  1. Sono cose che ho visto solo sui vecchi fumetti di mio padre, wow :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io ho beccato ste robine in un old topolino libretto

      Elimina
  2. Che ritorno travolgente con questo articolo!

    Il Minervino non ho capito cosa sia, ma per la sua utilità mi pare qualcosa di meraviglioso, offuscato soltanto dal Moviton!!! Un vinile con stampati dei disegni che tramite un prisma genera un'animazione quasi olografica! Lo dicevo io che l'informatica e l'era digitale addormentano la mente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'intenzione è quella di fare meno post ma più strutturati come questo qua sopra. Il moviton è una cosa bellissima.

      Elimina
  3. Il Carrarmato Perugina, lo ricordo buonissimo.

    Anch'io, nella classica doppia colorazione della confezione, come d'uopo all'epoca della mia infanzia: rosso per il gusto dolce, azzurro per l'amaro (o viceversa?)


    Fra l'altro grazie a carrarmato ebbi (conservato tutt'ora gelosamente) in regalo il primo disco inciso da Cristina d'Avena. :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà quando vale adesso il disco della D'Avena. Io non ricordo le variazioni del carrarmato ma ho un vago ricordo del gusto.

      Elimina
  4. Complimenti. Adoro le vecchie pubblicità di Topolino e ne ho mostrato una in un nuovo blog (lo so, ce n'è già tanti...)
    ricordiefumetti.blogspot.it

    RispondiElimina
  5. Complimenti, prima di tutto. A chi non sa cosa fosse: il Minervino era la versione "tecnologica" (nel senso di prodotta industrialmente) del minifoglietto di appunti da nascondere nella manica per i compiti in classe. Io ne ho usato una versione artigianale. Ricetta: prendete una strisciolina di carta lunghissima, scriveteci sopra gli appunti e arrotolatela stretta (sul lato corto , ovviamente), su due "perni". Ne esce una specie di binocolo, e sul lato più grande si possono rileggere gli appunti, facendo scorrere il testo, tipo rotolo di pergamena. Tutto qui, ma geniale.

    RispondiElimina
  6. Per quanto sia del '61, i miei ricordi di quegli anni sono nebulosi e 'episodici', tutt'al più limitati a situazioni personali. Non dovevano essere troppo diversi dai primi anni '70, comunque...l'impressione generale è quella di uno stile vecchiotto, dove il bianco e nero o la tricromia la fanno da padroni.
    Ma questi non sono difetti, anzi !

    Il Moviton era fantastico, ci ho quasi consumato i dischi. Il mio preferito era quello della strega Belzebà, un anticipo di Halloween ( "Belze-Belza-bà ! Mille cornacchie fan cra cra...!" ).


    Oltre al "Carrarmato" mi pare ci fosse anche il "Cingolato".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Belze-Belza-bà ! Mille cornacchie fan cra cra...!
      che bello sapere che altri si ricordano questa canzone vecchissima. Dove posso ritrovarla? Credevo di conoscerla solo io! :)

      Elimina
    2. Ciao, DD.
      Scusa ma leggo il tuo messaggio solo ora...se nel frattempo non l'hai già trovata si può sentire ( e vedere ) qui
      https://www.youtube.com/watch?v=QE62W2-0o5s

      Elimina
  7. Bettina è probabilmente la bambola più triste e povera della storia. L'automobilina Solido è un incrocio tra il diabolico coupè delle wacky races e un carro funebre. Le scatole di biscotti e caramelle di un tempo erano bellissime e praticamente eterne, in casa ne ho una decina ereditate dai nonni e probabilmente risalenti ai tempi di queste pubblicità.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...