Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (19) 1976 (17) 1982 (17) 1981 (16) 1992 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 2014 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 1968 (11) 1977 (11) 1983 (11) 1988 (11) 1985 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 2016 (7) 1964 (6) 1991 (6) 1996 (6) 2000 (6) 1957 (5) 1961 (5) 1970 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1959 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 2017 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2004 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2006 (1)

giovedì 29 gennaio 2009

Gasparazzo


Roberto Zamarin , grande e riconosciuto grafico aveva creato anche il Logo di "Lotta Continua".

Fa una cosa che nessuno in questo nostro mondo consumista avrebbe il coraggio di fare, abbandona i guadagni del fantastico mondo dei creativi.

per guadagnare settantacinquemila lire il mese.

Quanto un operaio dell’epoca.

Impegno militante, vero e fatto di contenuti, termine che in questo nostro pieno declino borghese è ormai pronunciato soltanto dai giovani.

Lungi da me fare politica, ma non si può non apprezzare la scelta fatta dall’artista.

Calogero Ciraldo Gasparazzo, come il carbonaio di Bronte, l'operaio meridionale emigrato per essere assunto dalla Fiat, diventa subito rappresentante della protesta del movimento operaio contro l’opulenza nobile degli imprenditori e contro i sindacati asserviti.

Gasparazzo e Concettina al nord, come tanti loro fratelli operai , dalla paga scarsa e dalle grandi speranze.

Gasparazzo Muore con il suo autore, in un incidente d'auto il 19 dicembre 1972, nelle nebbie padane, senza poter rivedere l’amato sud al quale sperava alla fine di tornare.

Tuttora vive nel Paradiso della satira, dove ormai giacciono colossi sepolti dalle tempeste di sabbia che avvolge tutta la stampa.


chi ricorda i periodi citati, dove il fervore era sangue, qualunque fosse la fazione politica.



Esistono oggi dei fumetti politici "in senso stretto"?
Cioè con fede dichiarata e non "si intuisce il pensiero degli autori"?

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...