Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (19) 1976 (17) 1981 (16) 1982 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1992 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 2014 (12) 1968 (11) 1977 (11) 1983 (11) 1988 (11) 1985 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 2016 (7) 1964 (6) 1991 (6) 1996 (6) 2000 (6) 1957 (5) 1961 (5) 1970 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1959 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2004 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2006 (1) 2017 (1)

sabato 7 febbraio 2009

Provolino

Gli occhi sbilenchi da bambino rionale col moccio, cappellino da baseball liso, privo di brands e di cellulare.
Un brutto, bruttissimo bimbo, un cugino del Felipe di Quino, e un’impressionante somiglianza con Kaibutsu Kun (Carletto il principe dei mostri) del duo Fujiko-Fujio.
Un’atavica fame di Banane che soltanto il Bongo di Colantuoni poteva eguagliare.
Personaggio nato nel 1972 dalle menti di Castellano e Pipolo, fu lanciato in televisione dal suo animatore, Raffaele Pisu, e doppiato da Oreste Lionello.

Era la rappresentazione fisica e psichica del bambino ribelle ma scaltro.
“Boccaccia mia statti zitta” era il tormentone con cui si rivolgeva al Pisu.
Più interessante e lungo è il percorso fumettistico del personaggio.
Provolino non ha antecedenti illustri da cui copiare..
Alberico Motta e Pierluigi Sangalli, nelle loro storie a fumetti, creano il bambino italiano tipo che paga in lire e ha gli stessi desideri dei suoi lettori.
Carnefice del Professor Kraut e vittima della Signora Rosa, il ragazzino milanese rappresentava realmente il piccolo italiano medio che giocava per strada con gli amici e rompeva i lampioni con la fionda.
Parecchie storie furono sviluppate e con aspetti di tipo sociologico e anche politico.
Provolino è un estremista odia la Coca Cola ed ama la Gazzosa, è un puro ecologista, gioca a calcio e va allo stadio non per tifare i Lakers ma Milan.
Mi era semplice immedesimarmi.
Un fumetto italiano per i bimbi italiani.
Esistono ancora i bambini italiani?


7 commenti:

  1. Provolino è un fumetto a mio avviso sottovalutato. Meriterebbe maggior fama perchè è un condensato di humor, insegnamenti morali e citazioni di storia contemporanea.

    RispondiElimina
  2. Non sapevo che fosse doppiato da Lionello! Credevo a dargli voce fosse lo stesso Pisu.

    RispondiElimina
  3. Domanda: Provolino e Okeylino sono lo stesso personaggio? Stando alle copertine direi di sì.

    RispondiElimina
  4. In TV apparve dal 1968 (era un personaggio ispirato ai PROVOS olandesi) mentre il fumetto inizia nel 1970.

    RispondiElimina
  5. La serie Bianconi non faceva mancare la satira sulle sue pagine. Ricordo una storia sulle raccomandazioni: Provolino studia recitazione per superare una selezione, fa buona impressione sul regista ma all'ultimo minuto arriva la "velina" e viene scavalcato da un bambino ridacchiante con due lingue.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...