Translate

Time Machine

1974 (20) 1975 (19) 1989 (19) 1976 (17) 1982 (17) 1981 (16) 1992 (16) 1972 (15) 1978 (15) 1986 (15) 1994 (15) 1979 (14) 1955 (13) 1967 (13) 1971 (13) 2014 (13) 1962 (12) 1973 (12) 1980 (12) 1984 (12) 1968 (11) 1977 (11) 1983 (11) 1988 (11) 1985 (10) 2013 (10) 1966 (9) 1987 (9) 1993 (9) 1949 (8) 1990 (8) 1995 (8) 2015 (8) 1958 (7) 1965 (7) 1997 (7) 2016 (7) 1964 (6) 1991 (6) 1996 (6) 2000 (6) 1957 (5) 1961 (5) 1970 (5) 2003 (5) 1948 (4) 1954 (4) 1959 (4) 1963 (4) 1969 (4) 1998 (4) 1999 (3) 2001 (3) 2005 (3) 2012 (3) 2017 (3) 1928 (2) 1950 (2) 1951 (2) 1953 (2) 1956 (2) 1960 (2) 2002 (2) 2004 (2) 2010 (2) 2011 (2) 1929 (1) 1936 (1) 1937 (1) 1938 (1) 1939 (1) 1942 (1) 1943 (1) 1946 (1) 1947 (1) 1952 (1) 2006 (1)

mercoledì 5 marzo 2014

Gabriel di Riccardo Secchi 1995-1999****



Molto interessanti le due serie della bella suora di Riccardo Secchi. Il figlio di Max Bunker fece un esordio splendido nel mondo del fumetto distaccandosi immediatamente dai toni sarcastici del padre e proponendo una serie che potevamo inserire nel filone supereroistico.
La mini saga in due parti, secondo me,  ha avuto meno successo di quanto meritava.
TRAMA
Maria Montalbano, la religiosa protagonista, viene colpita dalle radiazioni emanate da un’arma sperimentale acquisendo dei fantastici poteri: quello del volo e la possibilità di lanciare scariche energetiche devastanti.


In contrasto con i suoi dogmi e credenze dovrà combattere ed uccidere,  mettendo a dura prova la propria fede in una Los Angeles su cui incombe perenne la minaccia di un possibile conflitto bellico. Gli antagonisti sono esseri mutanti creati dal governo americano ed in particolare due cavie umane fuggite dai laboratori di sperimentazione: Glabro l’uomo ardente e Krana che riesce a rendere tangibili i propri incubi. 


Le tavole d’Alessio Beccati, anche se acerbe, erano  convincenti  e funzionali. La seconda serie, “Afrikana” venne edita da Phoenix e disegnata da Roberto Olivetti, Alessio Beccati e Christian Dalla Vecchia con delle copertine splendide di Giuseppe Palumbo. Non mi dispiacerebbe il ritorno di questo personaggio nelle edicole, specialmente adesso che i tempi sono maturi per la fantascienza disegnata italiana ed il pubblico gradisce qualcosa di "muscolare" anche di produzione locale.  7 sono i numeri usciti per Max Bunker Press nel 1995  e 4 per Phoenix tra il 1996 e il 1999. Della prima serie c'è un bel volumetto che la racchiude tutta, con le tavole però  in bianco e nero e in formato Bonelli uscito nella collana Spin Off della casa editrice dei Secchi.

3 commenti:

  1. Continuo a preferire il post su Marisa Allasio.... :o) ;o) :o)

    RispondiElimina
  2. Nulla da invidiare ai Marvel/DC dell'epoca

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...